Crea sito

13 Aprile 1° Percorso:Camminata del Millenario-Imbersago – Pagnano – Imbersago sulle antiche vie di transito, tra storia, natura e fede

Diverse località della Brianza orientale sono elencate in un documento del 7 maggio 1014.Traghetto Leonardesco Nella pergamena millenaria sono citati anche Imbersago e la corte di Pagnano, oltre a Cornate, Rocca,Verderio, Trezzo, Bellusco ecc. , località già incluse in un atto notarile del 15 gennaio 998, in cui Liutfredo Vescovo di Tortona suddivise numerose proprietà sparse nell’Italia settentrionale.Metà di tali beni furono poi ceduti a Ottone III, imperatore del Sacro Romano Impero e successivamente donati al Monastero pavese di S. Salvatore o della Regina.Nel 1014, dopo una controversia sorta con i conti Berengario e Ugo, che ne rivendicavano il possesso, le proprietà furono riconfermate al monastero di S. Salvatore, alla presenza dell’imperatore Enrico II.La camminata del 13 aprile, organizzata dalle Proloco di Imbersago, Merate e Brivio, nell’ambito de lprogetto SEI IN BRIANZA, vuole ricordare questo evento millenario, percorrendo le antiche vie di transito che collegano le due località di Paniano e Imbersago.Partendo dal centro polifunzionale di Imbersago, la prima tappa è il parco secolare di Villa Castelbarco.Lungo il percorso, le cappellette segnavia, sopravvissute alla cementificazione, sono le testimonianze più evidenti delle antiche vie di comunicazione: situate all’incorcio tra più strade, col lume acceso durante lanotte per essere visibili ai viandanti, erano un punto di riferimento e di sosta per una preghiera durante il cammino. La cappelletta di Novate, immersa nei campi coltivati sul confine tra Merate e Imbersago, con la segnaletica dei sentieri, è il luogo simbolo di questo Cammino del Millenario.Giunti Giunti a Merate, il percorso si snoda affiancando il parco secolare del Subaglio, prosegue per Cicognola,raggiunge Vizzago e Pagnano, con la sosta per il pranzo.Al ritorno, dopo una visita al Convento di Sabbioncello, si prosegue per Sartirana, Cassina Fra’ Martino, laMadonna del Bosco, concludendo la camminata al traghetto di Imbersago, antico mezzo di attraversamento dell’Adda, l’unico nel suo genere ancora in funzione.